Come le imprese possono aumentare le vendite con un ecommerce B2B

con Nessun commento

Il settore B2B è diverso dal B2C, sono imprese che vendono ad altre imprese e non aziende che propongono i loro prodotti e servizi ai consumatori finali. Questa è una differenza sostanziale e influisce anche nella maniera in cui si strutturano i vari strumenti di promozione e le strategie di marketing e comunicazione. Solitamente nel settore B2B una presenza online come quella di un sito web viene concepita alla stregua di un catalogo, lo stesso catalogo prodotti che la rete commerciale porta con sé, propone e distribuisce alle altre aziende potenziali clienti. In questo caso spesso gli ordini continuano a essere gestiti via telefono ed email, senza sfruttare i benefici offerti dai software di ecommerce disponibili sul mercato.

 

 

Quali possono essere i vantaggi per le aziende che decidono di dotarsi di un ecommerce per vendere i loro prodotti e servizi alle altre aziende?

Decidere di dotarsi di un ecommerce B2B può dare un vantaggio strategico alle aziende grazie al fatto che in questo modo si riescono a superare i limiti delle vendite tradizionali. Allo stesso tempo si aggiunge un nuovo canale di vendita il quale non presenta i limiti temporali e geografici tipici dei canali di vendita classici. In questo senso le aziende possono avere opportunità di vendita illimitate.

In linea di massima l’ecommerce B2B dovrebbe essere strutturato, e progettato, in maniera tale da riprodurre e mantenere la semplicità e la facilità di utilizzo tipiche degli ecommerce B2C. Quindi tra le priorità ci dovrebbe essere quella di permettere alle aziende clienti di avere un’esperienza di acquisto semplice e intuitiva, magari inserendo delle modalità di riordino o la possibilità di poter impostare dei set di ordini ripetibili nel tempo e all’interno dei quali si possa aggiustare il numero dei pezzi di cui, di volta in volta, si ha bisogno.

Altra cosa importante è quella di dotarsi di un software in grado di permettere alle aziende clienti di gestire i vari account e i flussi di lavoro. Stesso discorso per quanto riguarda la sezione dei metodi di pagamento e spedizione, come per il B2C devono essere chiari e ben comprensibili, un valore aggiunto è inoltre quello di un customer care efficace e pronto a rispondere alle esigenze, e risolvere i problemi, di cui sta effettuando gli acquisti

 

Come posso gestire l’organizzazione dei prodotti all’interno della piattaforma di ecommerce?

Partiamo da uno dei principali bisogni che le aziende hanno, e cioè quello di sapere con la massima esattezza quanti prodotti o materie prime sono disponibili presso la loro sede o, nel caso di diversi stabilimenti, in ognuno di questi. La tecnologia viene in loro aiuto per la gestione dell’inventario e degli ordini. Dotarsi di un ecommerce B2B significa anche considerare queste loro esigenze e mettere in piedi dei sistemi di tracking dei prodotti disponibili e attivare dei meccanismi in grado di monitorare molte delle fasi della supply chain in maniera tale da evitare che l’azienda cliente si trovi ad acquistare un prodotto che non è disponibile. In questo caso anche un’analisi dello storico degli acquisti che un’azienda ha effettuato, dai volumi alla frequenza, può evitare la spiacevole situazione, specialmente per chi acquista, di non trovare un prodotto disponibile nell’immediato o quando ne ha bisogno.

In sostanza una piattaforma B2B moderna dovrebbe garantire flessibilità ed efficienza per rispondere prontamente alle necessità dell’azienda cliente. In questo senso si possono pensare delle soluzioni customizzabili e configurabili in base alle necessità specifiche della singola impresa, ad esempio con differenti opzioni di prezzo personalizzate. La parola d’ordine è quindi personalizzare l’esperienza utente online, e lo si può fare sia con cataloghi custom che con costi dedicati per specifiche aziende clienti.

 

E il futuro dell’ecommerce B2B?

Un trilione di dollari è la cifra degli acquisti digitali B2B che dovrebbe essere raggiunta nel corso di quest’anno, e si tratta di un trend in crescita. Investire in un ecommerce B2B può rappresentare un canale di vendita che, se ben implementato, è in grado di facilitare i processi di acquisto delle aziende clienti, aumentando perciò anche il loro livello di fidelizzazione, e raggiungendo altri potenziali clienti in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *