L’importanza della progettazione antisismica

con Nessun commento

italia-mappa-pericolosita-sismica

 

La nostra azienda ha sempre avuto un occhio di riguardo nella progettazione degli impianti a impatto antisismico, una questione che mai come adesso è di grande rilevanza nel nostro paese.

Storicamente l’Italia è uno dei paesi del Mediterraneo a maggiore rischio sismico, sia per la frequenza che per l’intensità che alcuni terremoti hanno raggiunto. “Su 1300 sismi dagli effetti distruttivi (superiori all’ottavo grado della Scala Mercalli) che sono avvenuti nell’area mediterranea, oltre 500 hanno colpito l’Italia (FONTE: TPI)”.

Nell’ultimo terribile evento che ha visto il Centro Italia tremare ad agosto, hanno perso la vita 298 persone.

Un impianto viene definito antisismico se dotato di un sistema che lo renda resistente all’azione orizzontale del sisma, tramite rinforzi trasversali (transverse bracing) e rinforzi longitudinali (longitudinal bracing). Esistono inoltre numerose norme che vanno a regolamentare questo tipo di interventi, come il D.M. 14/01/2008 (Norme Tecniche per le Costruzioni) e la Circolare esplicativa C.S.LL.PP. 02/02/2009 N.617.

È quindi importante tenere presenti questi fattori quando si progettano nuovi impianti, al fine di salvaguardare la vita umana. Quando una struttura subisce danni dovuti al terremoto, non solo è rischioso per coloro che ci vivono o lavorano, ma la ricostruzione può divenire economicamente insostenibile.

Metalcoop, da sempre, è impegnata nella ricerca di sistemi e soluzioni per impianti resistenti al sisma. Perché una struttura risponda in modo adeguato ad un evento sismico, è di fondamentale importanza che siano state inserite delle specifiche in fase di progettazione, prevedendo inoltre sistemi antincendio, in quanto gli incendi sono una conseguenza comune di molti terremoti.

L’esperienza e la professionalità acquisite negli anni, ci permettono di lavorare in modo sinergico su tutte le fasi di ideazione e progettazione di nuovi impianti, o la ristrutturazione di quelli già esistenti, per garantire il più alto livello di sicurezza negli ambienti di lavoro.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *